Ryainair cambia le regole per il bagaglio a mano: ecco le novità

  • Articolo pubblicato:22 Maggio 2019

 

ROMA – Ryanair  ci ripensa e cambia di nuovo le regole sul bagaglio a mano, ma questa volta la compagnia low cost irlandese non ha diffuso la notizia sul nuovo regolamento. I passeggeri, infatti, sono stati avvertiti con una mail dopo che, lo scorso novembre, Ryanair e la “collega” Wizz Air sono state multate per la loro politica sui bagagli a mano. L’Antitrust, aveva, di fatti, avviato due procedimenti istruttori nel 2018, che si era chiuso con una multa. I passeggeri che hanno acquistato recentemente un biglietto aereo Ryanair sono già stati informati sulle nuove regole. Quelli che hanno acquistato il servizio Priorità e, insieme, anche la possibilità di portare 2 bagagli a mano possono viaggiare con più valigie.

LE ULTIME NOVITA’ – Dal primo maggio 2019 è stato inoltre possibile acquistare un bagaglio da stiva di 10 Kg. Questo bagaglio deve essere consegnato al banco check-in e poi potrà essere ritirato al nastro bagagli dell’aeroporto di arrivo. Questo bagaglio da 10 kg, anche se possiede le stesse misure di quello a mano, non può essere portato al gate, altrimenti si incorrerà nel pagamento di una penale e verrà comunque imbarcato in stiva. Se il bagaglio in stiva da 10 kg eccede il peso stabilito, al peso in eccesso sarà applicato un supplemento.Invariate invece restano le norme relative al bagaglio da stiva da 20 kg, che va lasciato al banco check-in e che poi sarà ritirato al nastro bagagli dell’aeroporto di arrivo. (TPI.IT)

 

    Richiedi Senza Spesa il Tuo Risarcimento

    Hai tempo fino a 2 anni


    Soccorsoalvolo.it


    Assistenza ai Viaggiatori Aerei


    Via Labicana, 31 - 00184 - Roma


    Numero Verde: 8009442443
    WhatsApp: 3451160089


















    + 1500 recensioni
    Google e Facebook

    Chiudi il menu

    Avviso importante

    La Legge n. 118 del 5 agosto 2022 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021) ha introdotto il tentativo obbligatorio di conciliazione per la soluzione non giurisdizionale delle controversie tra le Compagnie aeree ed i passeggeri, delegando all’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) la disciplina attuativa e la gestione delle procedure conciliative.

    A seguito della modifica legislativa sopra citata, le Compagnie aeree Ryanair e EasyJet non riconoscono più ai Passeggeri le spese sostenute per essersi rivolti ad un Avvocato, ad una Società o ad una Associazione di consumatori al fine di essere assistiti nelle controversie volte ad ottenere la compensazione pecuniaria, l’indennizzo o il risarcimento previsti dalla normativa nazionale, comunitaria ed internazionale nelle ipotesi di prolungato ritardo del volo, di cancellazione del volo, di negato imbarco, di smarrimento o ritardata consegna del bagaglio.

    Soccorso al Volo, da oltre 10 anni, assiste i Passeggeri a costo zero, percependo solamente le spese legali riconosciute direttamente dalle Compagnie aeree. Soccorso al Volo vuole continuare a difendere ed assistere i Passeggeri con la professionalità, la determinazione e la passione dimostrata in questi 10 anni di attività, durante i quali ben il 98% dei Passeggeri assistiti hanno ottenuto la compensazione pecuniaria, gli indennizzi ed i risarcimenti previsti dalla normativa nazionale, comunitaria ed internazionale.

    È per tali ragioni che Soccorso al Volo – al fine di continuare ad offrire ai Passeggeri un servizio di assistenza di elevata qualità professionale ed al solo scopo di “coprire” le spese di assistenza – si vede costretto a trattenere (soltanto per le vertenze con le Compagnie aeree Ryanair e EasyJet che si concludono in via stragiudiziale) il 30% dell’importo della compensazione pecuniaria o dell’indennizzo/risarcimento riconosciuto ai Passeggeri dalle predette Compagnie aeree.

    Soccorso al Volo si occuperà sia del reclamo e sia della procedura di mediazione/conciliazione.

    IMPORTANTE: nelle controversie dinanzi alle Autorità giudiziarie NON sarà richiesta ai Passeggeri alcuna percentuale, poiché ogni importo dovuto a Soccorso al Volo sarà pagato direttamente dalle Compagnie aeree Ryanair e EasyJet secondo le disposizioni stabilite dal Giudice.

    Certi della Vostra comprensione e ringraziandovi per la fiducia che ci avete manifestato in questi 10 anni di attività, Vi porgiamo i nostri più affettuosi sentimenti di gratitudine.

    Avv. Domenico La Teana
    www.soccorsoalvolo.it